“ L’ ‘impatto che la stimolazione del Riflesso plantare può avere su persone esposte al rischio di esaurimento psicofisico “.

Ormai da anni si parla di #STRESS. Un termine forse abusato ma è noto ormai ovunque che è identificato
quale una delle principali fonti di malessere e causa innescante di malattie derivanti, fisiche e psichiche. Uno
dei più gravi problemi di salute dei nostri tempi .

#BURNOUT, definito come “Sindrome di esaurimento emotivo, cedimento psico-fisico e ridotta realizzazione personale, fatica professionale “, è caratterizzato da uno stato di profondo “malessere” con conseguenze psicologiche, il più delle volte incidenze fisiche importanti ma anche multiple e varie, che ne spiegano la sintomatologia diversificata presentato da soggetti coinvolti dal Bournuot.

Un esempio estremamente attuale è quello oggi presentato dai ritmi frenetici dei Medici e Personale Sanitario, esasperati in turni massacranti e tensione emozionale protratta con brevissimi o nulli tempi di pausa.
Quindi il Burnout trova le sue radici in risposta a una serie di fattori stressanti a lungo termine.

Molti gli aspetti negativi che possono emergere, se non sono presenti adeguate misure di prevenzione; tali eventi possono indurre in sensazioni di ansia, paura, frustrazione o disperazione, caduta di autostima, sensazione di insuccesso nella professione, apatia, disturbi gastro-intestinali, perdita e/o aumento di peso, frequente mal di testa, difficoltà sessuali.

Agli estremi questa Sindrome può implicare gravi danni psicopatologici quali insonnia , problemi coniugali o familiari, incremento nell’uso di alcol o farmaci.

 PREVENZIONE in ambito del BURNOUT :
Un aspetto preventivo è da considerare, in quanto pone come obiettivo quello di agire sulle modalità dello stress al fine di ridurne, limitarne od annullarne le caratteristiche patogene.

👉LE TECNICHE INTEGRATE:

Parlando di rimedi e metodiche Reflesse, argomento di cui mi occupo, possiamo dire che la stimolazione ReflessoPlantare
( ed in generale delle tecniche reflesse ) determina ed induce effetti estremamente calmanti sul sistema nervoso.

Esiste stretta correlazione tra stimolazione reflessa, sistema nervoso e terminazioni nervose.
E’ noto che la pelle ed il sistema nervoso hanno la stessa origine embrionale. Possiamo considerare la cute quale veicolo d’ informazione in tutte le sue forme, una porta d’ accesso all’ ambiente interno, essendo ricca di terminazioni nervose. Il Piede, nel nostro caso, diventa una centralina di comando in cui informazioni derivanti dall’ interno emergono in superficie e rappresentate, e da qui, con lo stimolo reflesso, il #Reflessologo puo’ dare un’ informazione di risposta a quanto percepito.
Il coinvolgimento di zone reflesse quali il plesso solare, il diaframma, le ghiandole endocrine dell’ asse HPA contribuisco decisamente a ridurre innescando in tale modo un processo di riduzione della sintomatologia del #Burnout e consentendo un recupero psicofisico della persona, un ritorno al “benessere”

#Giuseppe Armellino, #Riflessologo Plantare, Insegnante di Yoga, pratica ed insegna da anni la Disciplina. Si occupa di Tecniche Reflesse Integrate e di Respirazione e #YogaTherapy associate agli stati derivanti da Stress. E’ referente dello Studio di Reflessologia Integrata e Yoga – Torino – Reflexology Academy Torino.

Pin It on Pinterest

<b>Questo sito web utilizza i cookie</b>. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire </br>funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul</br> modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, </br>pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che</br> hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.</br>Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare il nostro sito web. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi