Reflessologia Plantare ed il Dolore nell’ Anziano

Nella pratica quotidiana reflessologica in Studio sovente capita di lavorare con persone in età avanzata, in cui la richiesta principale  è rivolta all’ azione antalgica mirata a lenire  dolori muscolari, posturali, artrosici etc…

Nel rapporto con l’ anziano, nell’ impostazione di un percorso, il Reflessologo deve prendere in considerazione il valore e la variazione della percezione del dolore, in quanto si riscontra una modifica nella percezione di certi fattori. L’ anziano è una persona particolare, è in una fase della vita in cui il proprio organismo subisce variazioni di stato, si trova in una fase in cui percepisce affaticamento, riduzione delle energie, in un  contesto fisico logorato e consumato.

Se sostiamo in qualsiasi studio medico, avrete certamente notato l’ alta percentuale di persone anziane presenti in attesa, finalizzate a ricevere prescrizioni di medicinali di ogni tipo e qualità, della loro assunzione.  Questo dal punto di vista dell’ eliminazione delle tossine è un fattore da considerare in quanto sappiamo che il metabolsimo  epatico e renale nella persona anziana diminuisce, varia quindi la possibilità di eliminazione  dei farmaci dall’ organismo.  Avviene una riduzione  nella possibilità di filtraggio da parte di Fegato e Reni, molto importanti per l’ azione detossificante  che esercitano nell’ equilibrio del corpo.

In presenza di dolori, vengono assunti sovente farmaci antalgici che verranno in seguito  smaltiti  dal Fegato e Reni, ma se la funzionalità di quest’ ultimi è ridotta, ne verrà meno l’ eliminazione ed il conseguente aumento residuo nel sangue;  questo avrà come effetti secondari nella persona, manifestandosi in SONNOLENZA e VOMITO.   Diminuzione delle funzionalità dal punto di vista endocrino riducono e modificano  la soglia del Dolore, la percezione viene accentuata, manifestandosi in modo piu’ marcato e se vogliamo, piu’ drammatico; la soglia di percezione alterata marcherà  allora  in modo significativo tutto il modo di vivere dell’ individuo ( maggior percezione di un dolore che nella persona giovane od adulta magari non viene neanche considerato oppure bene sopportato ). Ancor di piu’ questo  se il “dramma” emerge quando la persona è ad un livello in cui non puo’ comunicare il proprio stato normalmente, se vive in un mondo tutto suo ( es. persone afflitte da Parkinson, in stato confusionale, paralizzate ).

In questo contesto particolare la Reflessologia viene certamente in aiuto con la sua azione di Riequilibrio e stimolazione,,con un effetto drenante e detossinificante. Il Reflessologo deve quindi considerare l’ importanza del proprio operato al fine di poter sostenere al meglio la situazione. Oltre al dolore fisico sarà da considerare anche l’ Aspetto Emozionale;  la fase della vecchiaia rappresenta anche una carenza emotiva, solitudine, la paura di essere abbandonati,  fame e malnutrizione, disidratazione e sete accentuata ( ricordiamo che l’ anziano tende a non bere o bere pochissimo ),  la paura di perdere la vita e la morte ( constatare e vedere amici, persone care che sono già decedute crea ansia e paure ), la dipendenza  totale dall’ altro, il credersi inutili, la depressione.  Ecco che l’ azione  Reflessologica puo’ aiutare l’ individuo  nel sostegno – oltre al punto di vista emozionale – anche nel farsi carico di un potenziale dolore e della sua risoluzione. Il nostro lavoro quindi sarà rivolto al considerare,  oltre ad una stimolazione  generale dell’ organismo, principalmente l’ apparato endocrino ed il sistema nervoso in generale ( per migliorare funzionalità fisica in generale,  ridurre la percezione del dolore, ridurre Insonnia, Nervosismo, Agitazione ).

Un buon lavoro….

Pin It on Pinterest

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire
funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul
modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web,
pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che
hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.
Acconsenti ai nostri cookie se continui ad utilizzare il nostro sito web. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi